Il tuo voto: Nessuno Media: 3.5 (11 votes)

Glicine

Superficie: - mq
Posti letto: 4 posti
Numero Camere da letto: 1
Numero Bagni: 1
Città: -

All'ultimo piano della nostra struttura la nostra soluzione di maggior fascino. Oltre agli interni, recentemente ristrutturati ed arredati un meraviglioso grande terrazzo. In questo spazio favoloso, sotto un porticato di fiori, all'ombra, potrete organizzare cene indimenticabili, o semplicemnete rilassarvi con i vostri amici. A pochi minuti a piedi dalla spieggia siamo sicuri che riuscirete a passare una vacanza piacevole ed all'insegna del relax.

GLICINE
Inizio Fine Prezzo Durata minima del soggiorno
12/11/2016 31/05/2017 290 € / settimana Per settimana
31/05/2017 28/06/2017 390 € / settimana Per settimana
28/06/2017 26/07/2017 490 € / settimana Per settimana
26/07/2017 23/08/2017 690 € / settimana Per settimana
23/08/2017 30/08/2017 490 € / settimana Per settimana
30/08/2017 30/09/2017 290 € / settimana Per settimana
Informazioni località:

Siti archeologici da visitare

Rovine della città romana di Minturnae (presso la frazione di Marina). Il Comprensorio archeologico racchiude, oggi, gran parte dei resti della città-porto. Spicca il maestoso Teatro Romano, costruito verso il I secolo d.C. Diviso nei tre settori caratteristici (scaena, orchestra, cavea), accoglieva oltre 4 000 spettatori. Ogni estate, l’antica struttura ospita una prestigiosa Stagione di spettacoli, inaugurata nell’agosto del 1960 dall’attrice Emma Gramatica, protagonista de “Le troiane” di Euripide. All'interno dell’area sono visibili un tratto originale della via Appia (Decumanus Maximus), costruito in blocchi di lava basaltica; i resti del Foro Repubblicano (II secolo a.C.), del Capitolium (dedicato a Giove, Giunone e Minerva), del Foro Imperiale, del Macellum (mercato), delle Tabernae, del complesso termale (II secolo d.C.). Negli spazi sottostanti alla càvea è situato il Museo che accoglie statue acefale, sculture, ex voto, epigrafi, monete (ripescate nel vicino fiume) e numerosi reperti, rinvenuti nel secolo scorso a Minturnae, nel centro urbano di Scauri e nella zona di Castelforte. Testimonianze provenienti da Minturnae sono custodite, tuttora, presso i Musei Archeologici di Zagabria (Croazia) , Philadelphia (USA) e quello di Napoli. Il moderno tracciato dell’Appia si interseca con numerose ed imponenti arcate dell’Acquedotto Romano, un tempo lungo circa 11 chilometri. Verso la foce del Garigliano si trovano, poi, le rovine di un antico luogo sacro, il Tempio della ninfa Marica, divinità delle acque. La città di Minturnae possedeva anche un anfiteatro non ancora portato alla luce.

Archeologicamente Minturnae sarebbe ancora più interessante se il maresciallo Laval Nugent, comandante dell'esercito borbonico, non l'avesse privata intorno al 1820, di preziose sculture (ben 158 reperti). Così, a seguito di tale intervento, molte opere sono approdate all'estero.

Disponibilità

Richiesta

All rights reserved 2014 Orange Garden